Residui di spazi nel tempo

https://www.youtube.com/watch?v=nygBuoRRmIo  

Ph: https://www.saraspallarossa.it

Chor: Simone Maier

Dancers: Simone Maier, Maela Raffetto

“Mechanical Monkeys”

 

Residui di spazi nel tempo 

“Non esistono fatti ma solo interpretazioni”… e le interpretazioni, già colpevoli di essenziale soggettività, diventano ricordi confusi e annebbiati, sotto i colpi del tempo che incessantemente scorre. Come sbrogliare tale intricata matassa per comprendere il proprio vissuto e dotarlo di senso, come tanto l’essere umano ama fare? è possibile aprire spazi, finestre sul passato, in cui poter scorgere in modo lucido quali cose siano realmente accadute? Se qualcuno ci aiutasse in questa faticosa indagine resterebbe un mero strumento, un’ostetrica socraticamente intesa, o finirebbe per essere anch’esso immerso nella trama emotiva della storia?

“Residui di spazi nel tempo” è uno scorcio, in tre riprese, del lavoro senza fine di lettura di ciò che influenza o addirittura guida le nostre scelte, in una dialettica continua tra ciò che non conosciamo e ciò che crediamo di conoscere.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *